Agevolazioni invalidità civile

esenzioni disabili

L’invalidità civile è la difficoltà a svolgere alcune funzioni della vita quotidiana a causa di un deficit fisico e/o intellettivo, e può essere richiesta e ottenuta da cittadini affetti da malattie o menomazioni permanenti o croniche, di natura fisica e/o intellettiva. Il grado di invalidità è stabilito da specifiche norme di legge.

Di seguito sono riportate le percentuali d’invalidità e le relative agevolazioni concesse, per cittadini dai 18 ai 65 anni.

  • Invalidità minore del 33% : sotto questa percentuale il cittadino è considerato dalla legge non invalido.
  • Dal 34% al 45% : concessione gratuita di ausili e protesi relativi alle patologie indicate nel verbale d’invalidità.
  • Dal 46% al 49%: agevolazioni del punto precedente, e iscrizione alle liste di collocamento mirato.
  • Dal 50% al 66%: agevolazioni dei punti precedenti, e congedo straordinario per cure, se previsto dal CCNL.
  • Dal 67% al 73%: agevolazioni dei punti precedenti, esenzione parziale del pagamento del ticket per visite specialistiche, esami ematochimici e diagnostica strumentale.
  • Dal 74% : agevolazioni dei punti precedenti, erogazione dell’assegno mensile se in possesso dei requisiti indicati, relativi anche al reddito, e possibilità di richiesta dell’APE sociale.
  • 100%:

INABILITA’ LAVORATIVA TOTALE E PERMANENTE: agevolazioni dei punti precedenti tranne assegno mensile; pensione di inabilità nel rispetto dei limiti reddituali, ed esenzione dei ticket farmaci.

INABILITA’ LAVORATIVA TOTALE E PERMANENTE, IMPOSSIBILITA’ DI DEAMBULAZIONE SE NON CON AIUTO PERMANENTE DI ACCOMPAGNATORE OPPURE CON NECESSITA’ DI ASSISTENZA CONTINUATIVA: agevolazioni dei punti precedenti, e indennità di accompagnamento.

Condividi:

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on pinterest
Share on email